UROLOGIA FEMMINILE PADOVANA

Storie di Vulvodinia

 


La radio inglese BBC ha messo in onda un programma che parla di Vulvodinia.

Pubblico un estratto della trasmissione del 8 ottobre:

Pensate alla vostra vulva - la parte esterna dei genitali femminili - per un secondo.

Ora, immaginate qualcuno vi torcesse il braccio dopo una scottatura solare e trasportate la sensazione di dolore … laggiù.

Quel dolore significa che non si può avere rapporti sessuali con penetrazione, che si soffre per sedersi e non si può indossare jeans skinny o utilizzare tamponi.

Questa è l'esperienza delle donne che hanno la vulvodinia, una condizione che può essere difficile per alcuni medici a diagnosticare perché non ha sintomi visibili.

"Se si immagina il perineo, lo spazio tra la vagina e l'ano, il pezzo di pelle che si trova appena sopra il perineo, proprio dietro l'ingresso della vagina, è l+ che la maggior parte delle donne sentono il dolore", dice Claudia, 23 anni.

Claudia ha iniziato a soffrire di vulvodinia nell’adolescenza, ma c'è voluto tempo per trovare il coraggio di andare ai medici e anche di più per ottenere una diagnosi.

Riferisce i sintomi come  "avere un taglio e strofinarci su un peperoncino".

Claudia è fidanzata da due anni e la vulvodinia ha pesantemente condizionato questo rapporto.

"Si può essere rilassati al massimo, si può essere totalmente a proprio agio con il vostro partner, si può volere veramente che le cose accadano e semplicemente non si può" spiega "Ricordo un caso in cui ho provato. Ho veramente voluto fare sesso. E questa è stata una decisione così pessima che ho finito per rimanere seduta in un bagno freddo per due ore cercando di far finire quel bruciore. C'è stato sicuramente un periodo in cui mi sentivo come, beh, non posso avere rapporti sessuali quindi io non sono in realtà una donna”.

Ma non influenza solo la sua vita sessuale

Claudia non può indossare gli abiti attillati, o addirittura sedersi per lungo tempo sui mezzi pubblici.

"Tendo a portare le mutande di cotone da “nonna” perché so che se faccio qualche errore, le cose poi possono andare veramente male

"Il mio ragazzo ogni tanto chiede: 'Perché non indossi mai qualche bel completino intimo?'

“Ma io mi sentirei come una pubblicità ingannevole perché so che qualunque cosa indosso, qualunque cosa sembro, non posso realmente soddisfare tale aspettativa.

Mentre le ci volle un po' di tempo per trovare un medico che capisse la sua condizione, è ora in un regime di trattamento che ha avuto un certo successo.

Non esistono statistiche ufficiali sul numero di donne che sono affetti da vulvodinia.

Uno studio di quasi 5.000 persone, effettuati negli Stati Uniti, suggerisce che circa uno su sei donne hanno sperimentato i sintomi per più di tre mesi nel corso della loro vita.

Meno della metà delle donne in questo studio ha una diagnosi ufficiale e molte non hanno chiesto alcun aiuto medico.

http://www.bbc.co.uk/radio/player/bbc_radio_one